Ritratto di François Félix Bernard de Terrier, XVIII secolo

François Félix Bernard de TERRIER-SANTANS, Marchese di Santans 1734-1796 (Président à mortier de la Chambre des Enquêtes au Parlament de Besançon)
L'ufficio di : " président à mortier " è stata una delle cariche più importanti del sistema giudiziario francese durante l'Ancien Régime.

Scuola francese del XVIII secolo

Olio su tela, spiegazione e data scritta sul retro.
Misure : Altezza 113 cm X Larghezza 94 cm
Datato sul retro 1784 - XVIII secolo

Cornice in legno intagliato e dorato a frontone di ghirlande di alloro.

Prima tela, restauro conservativo.

François Félix Bernard de TERRIER-SANTANS :

Discendente di una lunga linea di conti parlamentari, nato a Besançon il 30 Gennaio 1734.

È congedato in diritto ed iscritto all'albo di Besançon nell'agosto 1753, consulente al Parlamento di Franca nell'aprile del 1759; presidente a mortaio al Parlamento di Franca nel luglio 1760.

Si pronunciò contro l'espulsione dei gesuiti fuori del regno nel 1765.
Redige, nel gennaio 1769, le rimostranze al re contro l'editto che proroga la percezione del secondo ventesimo, entrò nel 1771 al Parlamento Maupeou e ciò fino alla sua dissoluzione da parte di Louis XVI nel 1775.
È incaricato, nel 1773 di rappresentare a Parigi gli interessi della provincia e il 13 luglio 1779, approva la deliberazione del Parlamento, che richiede la convocazione degli stati generali di Franca Contea, decisione rifiutata dal governo.
L'8 gennaio 1783, fa parte della delegazione inviata presso Louis XVI per protestare contro la predisposizione di un nuovo ventesimo.

È incaricato, nel dicembre 1786, della relazione che protesta contro il progetto reale di conversione del lavoro forzato in una prestazione pecuniaria.
Rappresenta il Parlamento in occasione della convocazione reale del 12 gennaio 1787.
Il re termina la sua arringa scritta da queste parole: “Tornate a Besançon, io vi vieto di passare per Parigi; vi ordino di essere a Besançon il 18 di questo mese e conto che il mio Parlamento mi darà prova della sua sottomissione .
Nel gennaio 1788, il Parlamento rifiuta la registrazione di molti editti in particolare relativi ai non cattolici, al commercio dei grani, alla mainmorte ( manomorta ), all'amministrazione della giustizia ed alla soppressione dei tribunali d'eccezione.


Protesta anche contro l'esilio dei suoi colleghi di Parigi.
Gli editti sono registrati con forza l'8 e il 9 maggio ed i parlamentari sono esiliati sulle loro terre.

Il Presidente François Félix Bernard de TERRIER, si ritira nel suo castello di Moncley fino alla caduta di Brienne e l'editto di richiamo del 25 agosto 1788.
Il Parlamento si reinstalla il 20 ottobre 1788.
Secondo A. Estignard, è “una breve e piacevole disgrazia..."
Al contempo i suoi figli di 16 e 12 anni emigrano nel 1790, il marchese è fermato ed imprigionato a Besançon.
Finalmente liberato, muore il 12 Maggio del 1796 a Besançon.


Sergio Schina
Testo tradotto dai documenti del Château de Moncley - Fr -


clicca sulle anteprime per ingrandire le immagini



Condividi:      


Prezzo: € 8.800

Richiedi informazioni su questo prodotto

Chiama il numero +39.0.55.828359 o compila il form sottostante




CAPTCHA Image
[ Cambia Immagine ]
Inserisci il codice che vedi
nell' immagine

Altri prodotti interessanti

Bacco propone ad Arianna il matrimonio...

Paesaggio tra realismo ed immaginario...

Olio su tela, chef-d'oeuvre dell'artista Francese Claude Guilleminet, opera in prima tela, cornice coeva.

Video Presentazione Charles Louis Clérisseau...

Annaffierei le rose con le mie lacrime per sentire il dolore delle loro spine e il rosso bacio dei loro petali.... Gabriel Garcia Marquez

Con le sue opere, De Nittis ci racconta la sua vita, inquieta e libera...

Da un importante collezionista francese...

Emozionante quadro di J.G. Rosier, olio su tavola...

Importante olio su tela raffigurante un bellissimo bambino dagli occhi azzurri, erede ufficiale al trono...

Boccoli dorati...paesaggio sullo sfondo, il Bambino Gesù ci mostra la sua croce...

Di notevole bellezza è la postura dell'angelo...

La scelta della modella...

Importante tela raffigurante la Santa Maria Maddalena all'interno di una grotta...

Una principessa francese nota per la sua bellezza ed i suoi amori...

La sua brillante clientela, fu all'origine del suo successo a Parigi...

La ricchezza del costume, la finezza dei ricami..

L'uso della toga era riservato esclusivamente ai cittadini romani maschi, mentre gli schiavi e gli stranieri non avevano il diritto di indossarla...

Da una residenza in Provenza, un' opera di grande eleganza...

Da una grande collezione di uno stilista americano...

La grotta diviene un laboratorio di studiosi, San Girolamo infatti compie un’opera impossibile ad un solo uomo...